x

x

Tavoli all’aperto a Statte: ormai è tardi

STATTE – C’è la delibera, ma ancora nessuno è stato autorizzato a installare tavolini all’aperto.

La questione riguarda la possibilità concessa alle attività commerciali, quali bar, ristoranti e pizzerie di allestire aree esterne per la fruizione. Un’opportunità per i commercianti stattesi. Una boccata di ossigeno in un momento di crisi economica per cercare di attirare turisti e fruitori.

Un’iniziativa che dall’opposizione sollecitano al Comune da almeno tre anni.

“La delibera di giunta è stata approvata appena un paio di giorni fa” commenta il consigliere Emanuele Cristofaro che si era fatto promotore dell’iniziativa, ma che riscontra un certo ritardo da parte dell’esecutivo. “Sono passati tre anni – spiega – da quando ci siamo insediati in consiglio comunale,. tre anni durante i quali abbiamo chiesto a gran voce di cambiare e migliorare tutte le cose in questo martoriato e bistrattato paese. Solo ora arriva la delibera con la quale viene chiesto ai commercianti di presentare progetti per l’installazione di tavolini all’aperto che poi saranno vagliati dalla polizia municipale e dai tecnici comunali. Tutto in regola, se non fosse che siamo praticamente già a luglio e quindi ad estate inoltrata e notevolmente in ritardo, quindi, rispetto ai tempi che si sarebbero dovuti adottare per concedere a tutti la possibilità di presentare domanda. Considerando le lungaggini burocratiche, quindi, non so quanti commercianti ancora avranno interesse a presentare domanda. Basta, invece, modificare il regolamento per rendere più semplice e soprattutto più veloce l’autorizzazione ai commercianti. Invece, come sempre, siamo in ritardo. Ed anche chi ha già presentato domanda, non ha ancora ricevuto alcuna risposta”.