x

x

Amianto, arrivano i fondi nelle casse comunali di Pulsano

PULSANO – Via Lupara; via Gramsci; via Gramsci angolo via Bruno; via Rotondella;  via Umberto I; aree all’interno del Comune. Sono alcune delle zone che verranno bonificate dall’amianto.

L’ufficio tecnico sta raccogliendo le istanze dei cittadini per far fronte alle loro esigenze di contributo.

La Regione ha stanziato, infatti, i fondi per lo smaltimento.

In questi giorni il Comune sta predisponendo gli atti per l’avvio delle bonifiche. “Le richieste – ci fa sapere l’ing. D’Errico, dirigente dell’area tecnica comunale – sono tante. Una volta raccolte invieremo i dati alla Regione per ottenere i fondi”.

Un intervento che deriva dal bando indetto con atto dirigenziale del 26 marzo scorso con il quale la Regione Puglia ha fornito ai Comuni pugliesi i fondi per lo smaltimento pubblico e privato dei manufatti e dei rifiuti in amianto.

A Pulsano starebbero per arrivare circa 60 mila euro. Altri 18 mila sono di cofinanziamento comunale come previsto dal bando di gara regionale. Con verbale di somma urgenza infatti il 19 giugno scorso gli uffici hanno sottoscritto il verbale individuando alcune zone con manufatti di cemento e amianto e si provvederà quindi ad una bonifica urgente a cura della Chemipul.

Un intervento a cui plaude il consigliere indipendente di opposizione Angelo Di Lena: “Dopo anni finalmente qualcuno si è svegliato dopo innumerevoli segnalazioni fatte in consiglio. Della serie meglio tardi che mai”.

“Il consigliere non si prende meriti altrui” ribatte Emiliano D’Amato di Sel “perchè il bando è regionale e quiundi promosso dal una giunta di centrosinistra di cui è presidente Vendola. Un bando a cui partecipano tutti i Comuni e che vede tra questi anche Pulsano tra quelli fruitori”.