x

x

Accertamenti Tarsu a Massafra: “Quegli avvisi sono nulli”

MASSAFRA – E dopo l’invito a ribellarsi ora scatta la denuncia, quella vera.

Il commercialista Giuseppe Spera insiste sull’irregolarità degli accertamenti Tarsu 2008/2011 che in questi ultimi giorni stanno arrivando nelle case dei contribuenti.

Accertamenti che, secondo quanto invece sostiene il commercialista, prevedono sanzioni ingiuste in quanto il Comune è già in possesso degli elenchi forniti dalla ditta “Gioiello” di Martina Franca che nel 1996 fu incaricata a verificare la corretta superficie da tassare.

Oggi, invece, si chiede ai cittadini di dimostrare la superfificie e se non si è in grado di farlo parte la multa. Un’ingiustizia per Spera che oggi scopre un altro cavillo di questa intricata faccenda.

“Gli avvisi di accertamento che i contribuenti massafresi stanno ricevendo in questi giorni – sostiene – sono nulli. L’avviso di notifica costituisce atto pubblico, per cui non può essere notificato da personale di posta privata poichè essi non rivestono la qualifica di pubblico ufficiale. Questo principio è stato confermato di recente dalla sentenza della Cassazione n. 2034/14, la quale sancisce che la notifica di un atto non può esser eseguito tramite servizio di posta privata come nel caso degli avvisi inviati dal Comune di Massafra per cui l’atto è da ritenersi nullo”.

Un ulteriore elemento che apre le porte ad una possibile ondata di ricorsi. I primi sono già partiti, garantisce Spera che a questa battaglia proprio non vuole rinunciare “è un’ingiustizia – insiste – Un modo utilizzato dal Comune semplicemente per far cassa a danno delle famiglie che in questo periodo già vivono in condizioni di difficoltà per via del lavoro che manca e della crisi economica. Il mio invito è a ribellarsi a questo modo di fare. A chiedere, dunque, il rimborso dell’eventuale sanzione pagata”.

Rimborso possibile sulle bollette del prossimo anno secondo quanto previsto dalla legge 507/93.

Bilancio triennale di Grottaglie, «Occasione mancata per alleggerire la pressione fiscale»

«Con le roboanti dichiarazioni del Sindaco sul Bilancio 2022-2024 si cerca di coprire un clamoroso “infortunio”, senza precedenti, dell’amministrazione D’Alò. Alla discussione del primo e più importante documento contabile-programmatico era assente l’assessora al ramo in quanto dimessasi 48 ore prima. L’assessora Maria Teresa Marangi è la vittima sacrificale dei giochi di potere tra il sindaco […]

Grottaglie, semaforo verde al bilancio di previsione

GROTTAGLIE – Semaforo verde al Bilancio di Previsione 2022 – 2024 del Comune di Grottaglie. Nella seduta di ieri la massima assise comunale ha approvato con 16 voti favorevoli e 7 contrari lo strumento economico finanziario dell’Ente. “Questo è stato il bilancio più difficile del nostro percorso amministrativo. Nonostante pandemia e aumento dei costi, manteniamo […]

Dopo due anni torna Cantine Aperte

LIZZANO – Dopo due anni, Cantine Lizzano riapre ufficialmente le porte a chi vuole scoprire i luoghi dove nasce il vino e lo fa con una vera e propria festa. Dalle 10 alle 18 dei due giorni, la Cantina si trasformerà in una piazza di festa, dove i visitatori potranno visitare gli spazi di Cantine […]

Confindustria incontra a Manduria i Sindaci della provincia di Taranto

MANDURIA – Un incontro per conoscere i territori della provincia, monitorarne le potenzialità e necessità e aprire possibili sinergie e collaborazioni. Questo, in sintesi, il senso del confronto tenuto nella splendida sala del Museo della Civiltà del Vino Primitivo di Manduria fra il presidente di Confindustria Salvatore Toma e i sindaci del versante orientale della […]