Vertenza Leonardo, la Uilm dice sì a piani di rilancio

GROTTAGLIE -”Per la Leonardo sì a piani di rilancio, no a “ottimizzazione” fantasma. Così, in una nota stampa, la segreteria Uilm . Durante gli incontri sindacali svoltisi a Roma presso la sede Unindustria nel mese scorso, la Leonardo Spa ha comunicato alle organizzazioni sindacali la volontà di mettere al centro dei propri obiettivi industriali l’espansione del Business della Divisione Elettronica, attraverso un ambizioso piano di investimenti che supererebbe un miliardo di euro nei prossimi cinque anni- si legge nella nota- l’assoluta positività del contesto generale, però, stride notevolmente con la volontà aziendale di cancellare parallelamente importanti siti industriali che nel tempo hanno dato lustro e creato valore alla stessa Leonardo e ad interi territori, a partire dal sito di Taranto, prevedendone il trasferimento dei lavoratori presso la sede di Grottaglie (facente parte della Divisione Aerostrutture della medesima società).

I risultati economico-finanziari consuntivati nel 2021, esaltati recentemente dalla Leonardo, sono frutto anche del lavoro e della dedizione di tutte quelle lavoratrici e lavoratori a cui si sta prospettando uno stravolgimento delle proprie abitudini di vita e che meritano attenzione e piena trasparenza da parte aziendale- prosegue il cominicato stampa della segreteria Uilm- a tal proposito, rispetto alle perplessità già specificate dalla Uilm nazionale il 30 marzo scorso e da una parte della Rsu di stabilimento nel comunicato del 4 aprile, non abbiamo ricevuto nessun tipo di approfondimento su come si sposi un piano di ingenti investimenti annunciati, anche per le attività riguardanti il sito di Taranto, con la necessità di avviare una non meglio precisata ottimizzazione che interessa la chiusura dello stesso sito trasferendone i dipendenti.

Oltre a rassicurazioni sulla prioritaria tutela occupazionale di tutti i lavoratori (siano essi di Leonardo che dell’intera filiera delle aziende dell’Indotto), è necessario conoscere quale valore aggiunto in termini di ricadute e prospettive l’azienda ha intenzione di generare nei confronti di un patrimonio di competenze come quelle del sito tarantino, che è parte integrante della storia industriale della città. In assenza di risposte convincenti sulle questioni esposte, ciò che è stato comunicato durante gli incontri resta, per quanto ci riguarda, un annuncio aziendale (come altri che hanno interessato altre linee di business della Leonardo) che non avrà condivisione alcuna da parte della Uilm, anzi- conclude la nota stampa dell’organizzazione sindacale- sarà contrastato con le opportune azioni di protesta dei lavoratori che terremo costantemente aggiornati”.

Aeroporto, visita dell’ambasciatore

GROTTAGLIE – L’ambasciatore della Corea del Sud in Italia, SeongHo Lee, in Puglia per approfondire la conoscenza delle attività aerospaziali esistenti nella regione, ha incontrato il presidente del Distretto tecnologico aerospaziale, Giuseppe Acierno, e ha visitato il Distretto Tecnologico, l’Aeroporto di Grottaglie e lo stabilimento Sitael di Mola di Bari. Acierno ha illustrato all’ambasciatore Seong-Ho […]

A Massafra l’impianto sportivo “Io gioco legale” dedicato a Livatino

MASSAFRA – “Di fronte all’odio, alle prevaricazioni, alla violenza, alla mancanza di rispetto verso gli altri, c’è sempre una alternativa migliore. E trovare questa alternativa è compito di noi tutti, ma anche di ciascuno di voi”. Con queste parole il prefetto di Taranto, Demetrio Martino, ha concluso il suo intervento” rivolgendosi a circa 200 ragazzi […]

Ecosostenibilità, finanziate 24 aziende

GROTTAGLIE – Sono 24 le aziende distribuite tra Grottaglie, Pulsano e Statte che hanno ricevuto sino a 25mila euro attraverso il Gal Magna Grecia per il miglioramento energetico e l’ecocompatibilità. L’importo complessivo finanziato ammonta a 600mila euro, mentre l’investimento complessivo è di 1, 2 milioni. “La misura ‘Adeguamento ecocompatibile delle imprese’ – spiega il direttore […]

Pnrr, a Ginosa candidati progetti per oltre 9 milioni di euro

GINOSA – Ammonta a 9.628.000 euro l’importo dei progetti finora candidati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dall’Amministrazione comunale Eccoli nel dettaglio: Demolizione e ampliamento palestra “R Leone’’ per 2.330.000 euro. Il progetto prevede demolizione dell’attuale palestra della Scuola Leone e l’ampliamento della stessa, con la realizzazione di un nuovo campo sportivo multifunzionale (per […]