x

x

Carnevale di Massafra, stasera il corso mascherato

Carnevale di Massafra

MASSAFRA – Dopo il posticipo causato da un “dispettoso Giove Pluvio”, stasera venerdì 17 giugno, dalle 19,30, secondo e ultimo grande corso mascherato della 69^ edizione del Carnevale massafrese. La prima serata di sabato 4 giugno ha fatto registrare un massiccio afflusso di “spettatori-protagonisti” che, con il naso all’insù, hanno potuto ammirare i mastodontici carri allegorici, capolavori di grande ingegneria ed estrosità, e partecipare, con gli effervescenti gruppi mascherati, alle sfilate: il tutto unito dal tema “#WeAre in Puglia”.

Ad attendere carri, gruppi e figuranti sul palco centrale, oltre allo storico presentatore Antonello Giasi, ci sarà la nota attrice e conduttrice televisiva Fatima Trotta. Domani i sette mastodontici Carri Allegorici in cartapesta sfileranno nel seguente ordine: 1) “Storia e Tradizioni… c’è da leccarsi i baffi!!!” Ass. Assi di Coppe e Denari Revolution; 2)“Maghi e Masciari nella Terra delle Gravine” Ass. Magic Club; 3) “Orgoglio Pugliese” Ass. Culturale Tekno ART; 4) “Salite a bordo, vi mostriamo la terra più bella del mondo” Ass. Culturale Pressis Charta; 5)“Quo Vado? … in Puglia!” Ass. Crazy Events; 6) “Verso il Soleee… della Puglia” Ass. Arte & Spettacolo; 7) “Il Fascino senza Tempo” Ass. Secondi a Nessuno – 3D Emotions lab. Questo invece l’ordine di sfilata per i sei Gruppi Mascherati: 1) “Hippie, hippie, Hurrà!!! di Nadia Termite, A. Quero e O. D’Aprile; 2) “Dalle olimpiadi della Cina, tra Piume e Colori, fino a Cortina” Associazione Chytros Crispiano; 3) “Uagnù, Spiccjatl d’fè l’indjane” Luigi Carone, Angelo Sisto e Santoro; 4) “La Terra dei Fichi d’Ilva” di Vitantonio Greco, Cosimo Coronese e Giuseppe Quero; 5) “la Paura cos’è?… sentirsi diversi” di Giuseppe Ciaurro e Manila Solito; 6) “Tra innovazione e tradizione, dai videogame alla realtà” Associazione Culturale Team Tempesta – A. Giuliani e A. Giasi. Stasera, quindi, ultima “notte colorata” da un Carnevale senza confini, all’interno del quale tutti sono protagonisti e nessuno spettatore. Un appuntamento irrinunciabile cui è possibile assistere liberamente senza pagare alcun biglietto di ingresso.