x

x

«Non è stata mostrata la volontà di cambiare»

Analisi del voto dell'ex candidato sindaco Filippo Pavone
Filippo Pavone

LEPORANO – “Leporano non ha mostrato la volontà di cambiare”, Queste le prime parole a bocce ferme pronunciate da Filippo Pavone, giunto secondo con poco più con poco più di 1600 voti nell’ultima tornata elettorale che ha riconfermato sindaco Vincenzo Damiano col 48 e passa di percentuale. Contava sostanzialmente nella concretezza dell’azione Pavone, il quale è riuscito a costruire intorno a se un gruppo totalmente nuovo e animato da tanti giovani, professionisti ed una spiccata attenzione verso l’inclusione. Un’esperienza valutata comunque positiva, a dire lo stesso Filippo Pavone, che pur non riuscendo a raggranellare il consenso maggioritario dei leporanesi, ha ricevuto comunque da coloro i quali lo hanno votato, un preciso mandato amministrativo.

“Il mio gruppo – ha precisato – non è riuscito a trovare il consenso dei cittadini, ma partiamo dal dato elettorale che però ci conforta, perché 1607 voti ci forniscono il riscontro che il nostro messaggio politico è ben strutturato è destinato a durare nel tempo perché frutto di una volontà comune e non di un mero calcolo di consensi elettorali. Prendiamo atto di questa votazione e ci prepariamo a svolgere il nostro ruolo di consiglieri comunali di opposizione con la forza, l’energia e la passione che contraddistinguono il nostro gruppo”. Effettivamente quasi il 36% dei consensi non è poca cosa per la lista Leporano Adesso che guadagna oltre al candidato sindaco Filippo Pavone, ben altri due scranni nel Consiglio comunale leporanese grazie agli eletti Rocco Sodero e Patrizia Scarcella, i quali saranno chiamati ad onorane con una opposizione fatta in modo totalmente innovativo e partecipativo, la fiducia ricevuta. “Al dottor Damiano – conclude Filippo Pavone – va il nostro augurio di buon lavoro, con la speranza che si impegni per il bene del paese”. Per completezza di cronaca, segnaliamo che non c’è stato praticamente campo per il terzo candidato, Angelo D’Abramo presentatosi in lizza con Uniamo Leporano, il quale ha totalizzano circa il 16% dei consensi.