x

x

Ballottaggio a Mottola, Lattarulo: «Ecco perchè cambiare»

Angelo Lattarulo

MOTTOLA – Anche a Mottola, domenica, spazio al ballottaggio: a sfidare il sindaco uscente Giampiero Barulli (Movimento 5 Stelle), è Angelo Lattarulo, sostenuto da una coalizione eterogenea. «La crisi dei partiti e le condizioni generali di Mottola, che da qualche anno soffre di grave crisi economica, sociale e demografica, ha preteso un scatto in avanti della società civile mottolese» spiega Lattarulo a Taranto Buonasera.

«Un nutrito gruppo di cittadini proveniente dalla società civile, associazioni di volontariato, professionale, imprenditoriale e da esperienze politiche diverse, ha deciso di mettere a disposizione della città le proprie esperienze e competenze per dare un governo al nostro paese. Al momento era l’unica opzione possibile in conseguenza della crisi dei partiti. Abbiamo avuto ragione. I cittadini ci hanno premiato. D’altra parte è in gioco il futuro di Mottola che, con un buon utilizzo dei fondi europei, ha un’ultima occasione di rinascita». A Lattarulo il compito di raggregare queste forze con l’obiettivo di vincere la corsa al muncipio. «Sono stato chiamato a questo impegno dai rappresentanti delle varie liste che fanno riferimento ad ambiti diversi ma che si richiamano all’Europa e alla democrazia e che hanno visto in me il garante della sintesi politica e programmatica di questa loro proposta» dice il candidato sindaco. «Proveniente da esperienze associative, ho ritenuto di offrire alla città il mio totale impegno. Ho intravisto in questo progetto la possibilità di valorizzare il loro capitale di energie e di competenze per il rilancio della nostra cittadina, a partire da un rinnovato spirito di comunità innescando quei processi creativi che porteranno la società mottolese ad evolversi con spirito di collaborazione e di partecipazione.

Il rilancio del centro del paese con tutti gli investimenti necessari, la rigenerazione delle numerose aree degradate della nostra città, i diritti della utenza debole e un piano per elevare le qualità del territorio costruito, la valorizzazione delle risorse del turismo e il sostegno alla struttura produttiva della nostra comunità, agricoltura, industria e artigianato. Tanto c’è da fare, abbiamo bisogno di concordia e di partecipazione perché solo con il contributo di tutti i cittadini ce la potremo fare». Il giudizio sull’amministrazione uscente, per Lattarulo, è negativo: «Veniamo da cinque anni di anonimato amministrativo, di silenzio. Uno stare a casa iniziato cinque anni fa e che non è mai finito. E mi fa sorridere vedere che si procede a inaugurazioni di piazzette e giochini per bambini a pochissimi giorni dal voto…è inaccettabile, queste cose in campagna elettorale non sono consentite. Cinque anni di silenzio ed oggi ecco le inaugurazioni di cantieri finti, tra la gente, come per dare una dimostrazione della loro esistenza che per cinque anni non c’è mai stata». Come detto, il sindaco uscente Barulli è sostenuto da Movimento 5 Stelle e Avanti Barulli, mentre Angelo Lattarulo è sostenuto da Mottola con Lattarulo Sindaco, Forza Mottola, Obiettivo Comune, Con Io Scelgo Mottola. Barulli al primo turno si è attestato sul 31,19% (2.957 voti) mentre Angelo Lattarulo ha ottenuto il 28,91% (2.741 voti). L’affluenza che si è registrata è stata pari al 70,76% (9.786 voti)