x

x

Ballottaggio a Palagiano, «Vogliamo completare i percorsi avviati e i progetti proposti»

Domiziano Lasigna

PALAGIANO – In vista del ballotaggio, in programma domenica 26 giugno, per il rinnovo della carica di sindaco di Palagiano, abbiamo intervistato Domiziano Lasigna.

Cosa è cambiato dal 12 giugno rispetto al quadro delle alleanze? Rotolo accusa lei e Borracci di aver compiuto una operazione di trasformismo. Cosa risponde?
Non è cambiato granché. Rotolo ormai accusa ogni suo avversario di ogni cosa possibile. Io ho rivolto personalmente un invito pubblico durante un mio comizio al candidato Borracci chiedendo di mettere a disposizione le sue energie e le sue idee al servizio della comunità attraverso la nostra azione politica, senza alcun compromesso, senza alcuna promessa. Ho rivolto un appello alle forze politiche libere e laboriose affinché i prossimi cinque anni siano gli anni della svolta. D’altra parte risulta che anche la coalizione di Rotolo per il tramite del consigliere regionale Scalera – unico vincitore della coalizione di Rotolo – ha trattato con Borracci, proponendo apparentamento e garantendo importanti ruoli di governo. Questa proposta ha rappresentato lo svilimento della politica locale, ha rappresentato il rischio del mercimonio di poltrone, ha sancito il depotenziamrnto del candidato sindaco Rotolo che assiste inerme al tentativo di accordo tra Scalera e Borracci. Borracci ha rifiutato l’apparentamento e riteniamo rinvierà al mittente le proposte avanzate da Scalera.

Quello del Pug è stato uno dei temi di questa campagna elettorale. Cosa ritiene di dover dire in proposito?
Il Pug sarà lo strumento che verrà adottato entro i primi mesi di amministrazione e sarà approvato definitivamente entro il primo anno. I tempi sono già programmati perché il lavoro di redazione è stato completato già entro questo primo quinquennio. Il Pug rappresenta un passo essenziale che di fatto chiude un capitolo nero della storia palagianese: siamo fermi al Pdf del 1973, ciò non è per nulla tollerabile.

Quali sono stati i momenti più qualificanti della sua amministrazione?
Certamente il riequilibrio di bilancio. Abbiamo sanato un bilancio che presentava un disavanzo di oltre 900mila euro; portandolo ad un risultato di amministrazione con un avanzo di bilancio di oltre 500mila euro. Da qui sono partite le varie operazioni fatte dalle opere pubbliche con la rigenerazioni di piazze, viali, scuole e cimitero. Abbiamo intercettato finanziamenti per oltre 30 milioni di euro. Stiamo riassaltando oltre 60 strade (i cantieri di parte di queste strade sono ora in corso)

Quali sono i progetti che intende realizzare o portare a termine?
Dobbiamo continuare nella rigenerazione urbana. Completare i progetti di intesa tra comune ed RFI per collegare Chiatona a Marina di Lenne. Continuare con le opere di ricostruzione delle scuole partendo dall’abbattimento e ricostruzione della scuola media Giovanni XXIII lavori in fase di affidamento. Completare il palazzetto dello sport realizzando la cittadella dello sport. Le opere di fogna bianca su via Parisi e di depurazione delle acque reflue. Queste le opere principali già in fase di cantierizzaziome.

Perché chiede di essere confermato? In cosa ritiene di distinguersi dal suo avversario?
Ritengo essenziale poter completare i percorsi avviati, i progetti proposti, le linee programmatiche impostate. Tutto ciò nel rispetto del principio della continuità amministrativa poiché ritengo che i primi cinque anni siano serviti per settare la macchina amministrativa, questi secondi cinque anni serviranno per rendere la “macchina Palagiano” competitiva e vincente. Ritengo che il più importante elemento distintivo della nostra coalizione è riassunto dal motto che abbiamo scelto per identificarci: liberi, consapevoli, leali. Sostanzialmente non abbiamo prezzi politici da pagare, accordi o in ciucci da scontare, restiamo persone cariche di entusiasmo, di passione per la nostra città, di specifiche competenze. Per questo chiediamo che la comunità di Palagiano rinnovi la sua fiducia e il suo consenso – domenica 26 giugno – a me come sindaco e alla squadra che io rappresento.