x

x

Con don Domenico se n’è andata anche la sua amata radio

Fondò Radio Puglia Stereo
Don Domenico Morciano

SAN GIORGIO JONICO -Don Domenico e Radio Puglia Stereo: con lui se n’è andata per sempre anche la nota emittente radio La sua cittadina non ha certo dimenticato don Domenico Morciano, chiamato alla Casa del Padre a 94 anni lo scorso 17 agosto. Tornare a parlare di questo illustre concittadino sangiorgese, a quasi un mese dalla sua scomparsa, è sicuramente un rendergli omaggio di una miriadi di riflessioni, quasi dovute per tante ordini di ragioni.

In primis la sua lunghissima vita sacerdotale, che lo ha visto per ben 48 anni alla guida religiosa della chiesa parrocchiale dell’Immacolata di San Giorgio Jonico (un incarico mantenuto fino al 2006, anno delle sue dimissioni per sopraggiunti limiti di età. Ma a questo già importante traguardo, bisogna necessariamente aggiungerci nel caso dell’amato don Domenico, quella grandissima intuizione che il Nostro ebbe intorno alla seconda metà degli anni ‘70. Un periodo storico molto particolare nel corso del quale, spiazzando molti, don Domenico Morciano fondò e restò voce popolare dell’emittente “Radio Puglia Stereo” (anche questo un compito che lo ha visto impegnato sino all’ultimo). L’emittente radio, che don Domenico chiamava familiarmente la “Chiesa Dell’Aria”, altro non era per lui che un nuovo mezzo per diffondere il vangelo e la preghiera, permettendogli di raggiungere tutti con la sua pastorale sacerdotale e allegria di vita, in maggior misura le persone anziane e soprattutto gli ammalati.

Una ispirazione che precorse di molti i tempi e che fu altamente riconosciuta dallo stesso papa Ratzinger che ebbe a chiamare, nel corso del suo pontificato, Testimoni Digitali tutti gli operatori delle emittenti radiofoniche di ispirazione cattolica. Una radio quella di don Domenico la qualelo, comunque la si voglia vedere, è stata anche ed è lo era ancora oggi, un solido punto di riferimento sociale per molti ragazzi e ragazze ma pure di giovani e adulti, alcuni dei quali cresciuti letteralmente sotto l’ala protettrice di questa emittente radio. Non è un caso, infatti, che diversi di loro si siano avvicinati alla Chiesa grazie, se non anche soprattutto, proprio per questa primogenita intuizione di don Domenico, in grado di aver promosso concretamente un’esperienza di vita per certi versi paragonabile a quella di don Milani e del suo I Care, mi interessa. Vanno in questo caso ricordate tra l’altro le tante serate di continua discussione su argomenti svariati per offrire attraverso Radio Puglia Stereo una palinsesto comunicativo in cui, tra le altre cose, don Domenico è riuscito ad avvicinare due sponde apparentemente irraggiungibili tra loro: religione/fede e mondo giovanile e persino “mangiapreti” di quel periodo iniziale.

Se per don Milani allora, come abbiamo detto il motto era I Care, per don Domenico Morciano era il suo popolarissimo “Pace e gioia”, con cui era solito aprire le sue trasmissioni radiofoniche, che risuonavano in tante case non solo sangiorgesi ma anche dei dintorni. La presenza poi della grande antenna radiofonica a ridosso del campanile della chiesa dell’Immacolata della cittadina jonica, da stranezza, diffidenza e curiosità iniziale, diventò invece dopo poco una indicazione precisa di un impegno e di una missione della Chiesa sangiorgese, che ha animato i protagonisti di questa avventura mediatica, sull’onda profetica e contagiosa del suo fondatore don Domenico. Tutto questo per omaggiare non solo la figura dello scomparso don Domenico Morciano, ma dirvi anche quanto questa importantissima emittente-radio, divenuta nel tempo anche ottima dal punto di vista strettamente musicale, permettesse veramente a tutti la partecipazione in diretta di ascolto anche ai momenti di preghiera, narrazioni di storie e di testimoni del nostro tempo, pensieri di filosofi, racconti in diretta delle gite degli studenti o dei pellegrinaggi delle parrocchie. Insomma a dirla veramente tutta, a quasi un mese dalla morte del suo fondatore se ne sente la mancanza sonora nella quotidianità della vita di tutti i giorni e questo non solo perchè il suo animatore principale non c’è più, ma perchè con don Domenico Morciano sembra se ne sia andata anche Radio Puglia Stereo. Un’emittente radiofonica storica per tante ragioni la quale, sembra sia stata oramai spenta per sempre da quel giorno luttuoso, almeno dal punto di vista comunicativo e dei programmi radiofonici di cui era ricchissima e molto ascoltata,