x

x

Una “Stanza” per aiutare le vittime

A Massafra un luogo sicuro e protetto grazie all’intesa tra Arma dei Carabinieri e Soroptimist
Una stanza tutta per sé” a Massafra

MASSAFRA -“Una stanza tutta per sé”, una stanza che vuole essere un rifugio, un luogo dove le donne vittime di violenza possano raccontare e raccontarsi, denunciando o segnalando gli abusi che subiscono. Un luogo di ascolto protetto per le vittime di reati. Una stanza, un luogo, dove essere e sentirsi al sicuro.

Nella mattinata di mercoledì 5 ottobre, presso la Compagnia Carabinieri di Massafra, la “stanza tutta per sè” è stata inaugurata, con il simbolico taglio del nastro preceduto da una presentazione dell’iniziativa, frutto di un protocollo d’intesa siglato nel contrasto alla violenza di genere, tra l’Arma dei Carabinieri e l’associazione Soroptimist International. Nel protocollo sono state indicate le linee guida volte a uniformare a livello nazionale l’allestimento della stanza destinata ad accogliere le vittime e gli arredi donati all’Arma dalla Soroptimist. L’ambiente, creato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Massafra, e all’interno del quale l’Arma ha collocato personale specificamente formato, è stato concepito per essere un rifugio, in particolare per le donne vittime di violenza, maltrattamenti e stalking, che vogliono presentare denuncia o comunque segnalare una situazione di disagio e fragilità da abusi e violenze, un luogo dove sentirsi al sicuro anche con i propri figli, dove riflettere, parlare, confrontarsi, chiedere aiuto, protette dall’Arma dei Carabinieri.

L’importante iniziativa presentata mercoledì è stata resa possibile grazie ad un accordo stretto tra il Comando Provinciale Carabinieri di Taranto, rappresentato dal suo Comandante, Col. Gaspare Giardelli e la presidente del club di Taranto della Soroptimist International Italia, Silvana Melli, accompagnata nella circostanza dal presidente nazionale dell’associazione, Giovanna Guercio. Alla cerimonia sono intervenute varie autorità, tra le quali il Prefetto di Taranto Demetrio Martino, il Procuratore della Repubblica di Taranto Eugenia Pontassuglia, il Procuratore della Repubblica per i Minori di Taranto Antonella Montanaro, il Questore di Taranto Massimo Gambino, il Comandante Provinciale della Guardia di Fianza di Taranto, Col. Massimiliano Tibollo, il Direttore Generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco, il Sindaco di Massafra, Fabrizio Quarto, insieme ai colleghi dei comuni di Statte, Francesco Andrioli, di Palagiano, Domiziano Lasigna e di Crispiano, Luca Lopomo. Presente anche il Provveditore agli Studi di Taranto, Vito Alfonso. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Taranto, ha evidenziato come la “Stanza” inaugurata rappresenti un importante presidio per contrastare la violenza di genere e rafforzare la rete di protezione a tutela delle persone più fragili, in un periodo storico molto delicato.

Durante la cerimonia, gli alunni del Liceo artistico “De Ruggeri”di Massafra hanno presentato i lavori da loro eseguiti, riguardanti il tema della violenza sulle donne, affissi nei locali della Compagnia Carabinieri.