x

x

Caro bollette. Il Pd di Grottaglie: «Affrontare con decisione l’emergenza economica»

La mozione presentata dal gruppo consiliare
Caro bollette

GROTTAGLIE – “Caro bollette: predisporre gli atti necessari per affrontare con decisione la straordinaria emergenza economica e sociale e venire incontro alle esigenze di famiglie e imprese”. Il gruppo consiliare del Partito democratico: ha presentato una mozione al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale.

“La situazione di grande sofferenza che vivono i cittadini a seguito delle emergenze economiche e sociali, che si aggiungono a quelle generate dall’emergenza sanitaria, impongono allo Stato e agli Enti Locali delle misure straordinarie- si legge nel documento a firma di Francesco Donatelli, Presidente del Gruppo consiliare del Pd- l’Anci nazionale e regionale ha già richiesto ed ottenuto una maggiore attenzione con interventi mirati anche alla luce dell’ulteriore emergenza legata al caro bollette che sta dissanguando famiglie ed imprese con prevedibili conseguenze legate alla cessazione di attività e licenziamenti. In particolare l’Anci ha rappresentato la grande preoccupazione dei Comuni per le prevedibili conseguenze dovute alla difficoltà a mantenere gli equilibri di bilancio. Infatti con la Conferenza Stato-Città del 15 settembre sono stati stanziati ulteriori 400 milioni di euro per il 2022 per fronte agli aumenti incontrollati dei costi dell’energia che stanno mettendo a rischio i servizi essenziali per le comunità locali Al contempo prendiamo atto delle attuali iniziative dell’amministrazione comunale legate alla riapertura dei termini (31 ottobre) utilizzando le somme residue dell’emergenza sanitaria: 133.371 euro per contributo Tari a fondo perduto ed aiuti per famiglie in difficoltà economiche e finanziarie e 109.114 euro per la solidarietà alimentare- continua la mozione del Pd- tuttavia riteniamo questi interventi insufficienti ad affrontare una drammatica situazione come quella attuale.

Andrebbero potenziati gli interventi a favore delle famiglie anche implementando l’attività dell’ufficio comunale dei Servizi sociali in sinergia con i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale 6/Ta. E’ necessario informare con la massima urgenza l’assise cittadina in una apposita seduta che serva anche a predisporre gli atti necessari per affrontare più adeguatamente le sopraesposte emergenze economiche e sociali con possibile implementazione di risorse rivisitando l’attuale bilancio per individuare le somme necessarie e dare risposte più adeguate soprattutto alle fasce più deboli della popolazione; predisporre un’azione collegiale con i Comuni e la Provincia di Taranto allo scopo di far sentire la voce del territorio e chiedere con forza ulteriori interventi da parte dello Stato e della Regione Puglia”.