x

x

Botti di Natale, la Polizia incontra gli studenti

All’istituto comprensivo “T. Del Bene” di Maruggio
Botti di Natale, la Polizia incontra gli studenti di Maruggio

MARUGGIO – Si è tenuta a Maruggio, presso l’istituto comprensivo “T. Del Bene”, una giornata di sensibilizzazione sul tema dei botti illegali grazie al prezioso contributo del Reparto Artificieri della Polizia di Stato della Questura di Taranto.

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Alfredo Longo e, in particolare dal consigliere delegato alla Pubblica Istruzione, Mariangela Chiego, e dal vicesindaco e assessore alle Politiche della Sicurezza, l’onorevole Giovanni Maiorano, è stata utile per educare i più giovani al corretto uso dei fuochi pirotecnici legali con l’obiettivo di disincentivare l’acquisto dei pericolosi fuochi fuorilegge. Durante l’incontro, rivolto agli alunni delle scuole medie, sono stati illustrati i fuochi pirotecnici di libera vendita ed impiego, le modalità di accensione ed i pericoli derivanti dai fuochi d’artificio. Inoltre, un richiamo all’attenzione sui rischi e sulle conseguenze dell’uso indiscriminato di “botti” per cui non è autorizzata la vendita o la cui commercializzazione è soggetta a regole e limiti particolari. “Una giornata all’insegna della prevenzione e della legalità rivolta ai nostri giovani. Attraverso questa iniziativa siamo riusciti a divulgare le buoni prassi sull’utilizzo corretto e, soprattutto, consapevole dei fuochi pirotecnici. L’obiettivo è quello di evitare tristi e dolorosi eventi a causa dell’utilizzo irresponsabile dei botti illegali, anche se a volte, purtroppo, l’uso incauto di botti legali può provocare enormi danni. Un grazie agli artificieri della Polizia di Stato di Taranto per le informazioni ed i preziosi consigli che, sicuramente, faranno riflettere i nostri ragazzi sull’attenzione da porre in queste circostanze. Divertirsi e trascorrere le giornate di festa in serenità e all’insegna della sicurezza è molto semplice. Basta volerlo” ha commentato il sindaco Alfredo Longo.

Nel corso della giornata sono state effettuate anche delle vere e proprie dimostrazioni con il coinvolgimento diretto degli studenti attraverso del materiale pirotecnico inerte al fine di insegnare ai partecipanti come riconoscere i “giochi leciti”, quando si acquistano, le differenze tra quelli illegali e tutte le precauzioni da adottare durante l’utilizzo.